CARATTERISTICHE

 

Origine         Il Liberty in Italia        Caratteristiche        La fine del Liberty

 

CARATTERISTICHE

L'Art Nouveau, nata come stile ornamentale, si e' sviluppata nell'ambito del piu' generalizzato clima simbolista. Il periodo vitale di questo linguaggio artistico si colloca tra il 1880 e il 1910 comparendo all'improvviso, come protesta contro l'accademismo. In nome dell'Arte per l'Arte, definizione che gli deriva dal Simbolismo e dall'Estetismo letterario, tendera' a investire tutta la vita e a trasformarla secondo i canoni di un ideale che considera l'arte come esperienza totale, di carattere etico, culturale, capace, come tale, di trascendere la vita stessa e tesa a sublimarla. Questo stile, rappresento' un vero e proprio fenomeno di moda presso la borghesia industriale. Allo storicismo eclettico e all'imitazione stilistica, che caratterizzavano anche i prodotti dell'industria ottocentesca, contrappose nuovi caratteri ed elementi figurativi:

  • l'ispirazione tratta direttamente dalla NATURA con temi fitomorfi e zoomorfi: ninfea, giglio, rosa, petali, foglie, tutto il carattere metamorfico, animali e insetti ( mosca, scoiattolo, pavone, farfalla, serpente, etc.), creando spesso dei nuovi organismi come per gareggiare con la natura stessa.
  • l'accentuato LINEARISMO (linea sdoppiata, curva, ondeggiante, avvolgente, a spirale, serpentinata dal tratto netto).
  • l'ORIENTALISMO (elementi iconografici soprattutto giapponesi).
  • lo stile ASIMMETRICO.
  • il GOTHIC REVIVAL; l'Art Nouveau "si serve" del concetto di revival non in maniera storicistica, ma in modo razionale trasformando tutto come un collage e assorbendolo, appunto, in un problema di stile.
  • la DANZA, in senso musicale, ritmico, del movimento, e' una delle espressioni piu' ricorrenti nella iconografia dell'Art Nouveau. La Loie Fuller, la danzatrice dei veli, e' l'ispiratrice di tanti artisti (Van de Velde, Toulouse-Lautrec, Bradley, Larche, Rodin e molti altri). E' l'inizio dell'emancipazione femminile, in una societa' ancora permeata di puritanesimo.
  • la BIDIMENSIONALITA'.
  • la sperimentazione delle potenzialita' espressive dei materiali: il FERRO, il CEMENTO, il VETRO.

 

 

Manifestando l'aspirazione a integrare l'arte nella societa', ma rimanendo sostanzialmente legati a una concezione artigiana ed estetizzante della produzione artistica, l'alleanza arte-industria divenne una parola d'ordine, che sorreggeva l'ideale utopico di poter portare la bellezza nella vita quotidiana, alla portata di tutti. Piu' che nella pittura, e' nel campo dell'architettura, della decorazione d'interni e delle arti applicate che l'Art Nouveau ottenne i suoi risultati piu' innovativi. Punto di forza dell'estetica modernista era il concetto di UNITA' progettuale, che in architettura significava continuita' tra interno e esterno, coerenza stilistica tra struttura, decorazione e arredo, e nelle arti applicate nuova qualita' e dignita' degli oggetti d'uso, in opposizione alla volgarita' commerciale provocata dalla Rivoluzione Industriale. Contro lo scadimento del gusto indotto nelle arti applicate dai nuovi processi di produzione, erano gia' insorti in Inghilterra W. Morris e il movimento delle Arts & Crafts (Arti e Mestieri) che si prefisse soprattutto lo scopo di rivalutare l'artigianato e l'opera singola nei confronti dell'industrializzazione e della produzione in serie.